Il giusto compromesso

Registrato
17 Agosto 2019
Messaggi
904
Corpo macchina
Canon R6
Sesso
Maschio
Sto cercando di trovare il giusto compromesso in merito alla gestione del bianco in pieno sole ed in controluce.
Questa é una foto leggermente sottoesposta e potrebbe essere un giusto compromesso per evidenziale i vari chiaroscuri del bianco.
Secondo voi com'è venuta?
P.S. Ringrazio Attilio del consiglio, in questi casi anche se l'istogramma non rileva parti bruciate, meglio sempre sottoesporre :yes:
https://flic.kr/p/2oDagQY
 
Ultima modifica:

bobol

GURU
Registrato
14 Luglio 2014
Messaggi
8.911
Località
Monterotondo (Roma)
Corpo macchina
Nikon D7200
Sesso
Maschio
A me sembra ben fatta e "leggibile" in ogni parte del piumaggio :yes:
 
Registrato
17 Agosto 2019
Messaggi
904
Corpo macchina
Canon R6
Sesso
Maschio
Con soggetti così chiari in piena luce si può anche sottoesporre leggermente senza incontrare problemi, però affermare che è sempre meglio non direi. La maggior parte delle informazioni registrate dalla macchina è proprio sulle zone chiare.
Si sì sono d’accordo, mi riferivo solo a quei casi particolari:D
 
Registrato
17 Agosto 2019
Messaggi
904
Corpo macchina
Canon R6
Sesso
Maschio
condivido sul sotto esporre,
il problema è che devi avere un soggetto che ti dà la possibilità di modificare i parametri.
Si certo, personalmente non sottoespongo quasi mai, lo faccio solo raramente e in casi particolari quando il soggetto te lo permette :ciao:
 

Olden

PRO
Registrato
6 Aprile 2015
Messaggi
2.620
Corpo macchina
Nikon Z 8
Sesso
Maschio
Ciao Max,
una domanda: hai sottoesposto in fase di scatto o solo in post?
Perchè la foto a mio parere risulta un po' spenta e tuttavia dai dati exif non risulta
nessuna correzione della esposizione in negativo.
 
Registrato
17 Agosto 2019
Messaggi
904
Corpo macchina
Canon R6
Sesso
Maschio
Ciao Max,
una domanda: hai sottoesposto in fase di scatto o solo in post?
Perchè la foto a mio parere risulta un po' spenta e tuttavia dai dati exif non risulta
nessuna correzione della esposizione in negativo.
Ciao, ho sottoesposto in post. Sono stato attento a non bruciare le luci in fase di scatto in modo da poter gestire in maniera ottimale il file in post produzione
 

Olden

PRO
Registrato
6 Aprile 2015
Messaggi
2.620
Corpo macchina
Nikon Z 8
Sesso
Maschio
Infatti è come pensavo.

Quando io parlo di sottoesposizione invece mi riferisco esclusivamente alla sottoesposizione in fase di scatto.

Prima di proseguire il discorso però, vorrei precisare un concetto.

Sappiamo che la scala dell'istogramma va da 0 a 255, a questi due valori l'immagine
è illeggibile, ma in realtà spesso lo è anche con valori prossimi a questi due estremi.

I bianchi e i neri, in assoluto, vengono rispettivamente chiusi e bruciati definitivamente solo in fase di scatto, tutto
quello che si fa poi in fase di post è una regolazione o un tentativo di recupero che però ha dei limiti.
Questi limiti sono dettati dalla capacità di compensazione che ogni fotocamera possiede, nella teoria e nella pratica.

Sappiamo anche però che tutte le parti sottoesposte durante lo scatto e poi aperte in post, sono più soggette
a mettere in risalto il rumore. Quindi negli scatti di avifauna dove quasi sempre gli ISO sono alti questo problema
è più che mai sentito.

Tuttavia le macchine migliori e/o più moderne rispetto a quelle di segmenti minori o a macchine più datate,
risentono sempre meno di questo problema, in più oggi esistono programmi dedicati che con l'intelligenza artificiale
eliminano in modo sorprendente i problemi di rumore.

Tutto questo per dire che sottoesporre, a volte anche pesantemente in fase di ripresa, non è una cosa così deleteria
perchè c'è il modo di recuperare la sottoesposizione ed eliminare il rumore conseguente senza tanti problemi.

I cigni che sono dei soggetti totalmente bianchi sono l'esempio perfetto per testare questa teoria.

Quindi tornando alla tua foto, la sottoesposizione che hai applicato in post, in realtà ha tolto solo un po' di brillantezza
allo scatto e tutto il dettaglio che si vede è frutto solo della corretta esposizione che in quasi in tutto il piumaggio
ha evitato "bruciature", termine che io uso per descrivere zone dove il dettaglio sparisce anche se non arrivano
al limite dei bianchi a 255.
Solo in una zona precisa il piumaggio risulta solo bianco senza dettaglio ed è in casi come questo che la sottoesposizione
che intendo io torna utile.



48549

La zona non è grande, ma come vedi la sottoesposizione che hai applicato non è servita a recuperare,
mentre se lo scatto fosse stato sottoesposto in fase di scatto anche quel punto sarebbe stato leggibile e dettagliato.

Probabilmente quello dei bianchi bruciati è un mio pallino, anche se riguarda piccole parti del frame, ma d'altra parte
soprattutto nelle foto di avifauna la bontà dello scatto non passa solo dall'avere semplicemente immortalato un certo volatile,
ma anche dal dettaglio e dalle qualità tecniche che lo scatto possiede.

E se normalmente possiamo sostenere che per fare una bella foto la macchina non conta, nel caso specifico
dell'avifauna questa frase suona sempre più falsa. Una macchina molto performante ed un'ottica molto buona
garantiscono risultati sempre più favorevoli per scattare in condizioni limite anche di sottoesposizione.

In ogni caso basta fare qualche prova, per esempio proprio con i cigni in piena luce, per capire qual'è il limite della propria attrezzatura, basta tarare la fotocamera sulla misurazione esposimetrica ponderata centrale e poi sottoesporre di uno o due diaframmi.
Lo scatto risulterà molto scuro e lo sfondo in particolare ancora di più, a questo punto in post recuperando il tutto
si vedrà fino a che punto riusciremo ad ottenere comunque una buona foto.

Sono stato troppo prolisso...ma temo sempre di non essere abbastanza chiaro.
 
Registrato
17 Agosto 2019
Messaggi
904
Corpo macchina
Canon R6
Sesso
Maschio
Grazie Attilio per la chiara esposizione. Sono consapevole che la sottoesposizione in fase di scatto garantisce una possibilità di recupero che non é paragonabile a quella che si effettua in post-produzione. A volte però (non é il caso dei cigni) mi viene difficile preparare lo scatto per tempo perché il volatile é veloce e non ti dà il tempo di prepararti, ecco perché in quei casi sono costretto gestire il bianco in post-produzione con la consapevolezza che il recupero non sarà mai perfetto. Dovrei provare a scattare per tutta una giornata sottoesponendo di 1 o 2 stop su vari soggetti e poi a fine giornata vedere il risultato a computer, in questo modo mi verrebbe semplice preparare la fotocamera per tempo ma il risultato non so quale potrebbe essere (specialmente sui soggetti scuri come i Cormorani, rapaci ecc.)....comunque proverò. Grazie :ciao:
 

Abraxas

GURU
Registrato
8 Settembre 2013
Messaggi
6.523
Sito Web
pannelli-photoshop.blogspot.it
Sesso
Maschio
Grazie Attilio per la chiara esposizione. Sono consapevole che la sottoesposizione in fase di scatto garantisce una possibilità di recupero che non é paragonabile a quella che si effettua in post-produzione. A volte però (non é il caso dei cigni) mi viene difficile preparare lo scatto per tempo perché il volatile é veloce e non ti dà il tempo di prepararti, ecco perché in quei casi sono costretto gestire il bianco in post-produzione con la consapevolezza che il recupero non sarà mai perfetto. Dovrei provare a scattare per tutta una giornata sottoesponendo di 1 o 2 stop su vari soggetti e poi a fine giornata vedere il risultato a computer, in questo modo mi verrebbe semplice preparare la fotocamera per tempo ma il risultato non so quale potrebbe essere (specialmente sui soggetti scuri come i Cormorani, rapaci ecc.)....comunque proverò. Grazie :ciao:
Scusa se usi l'esposimetro in spot puntato sui cigni non c'è bisogno che sotto esponi tu lo fa ma macchina in automatico.
 

Olden

PRO
Registrato
6 Aprile 2015
Messaggi
2.620
Corpo macchina
Nikon Z 8
Sesso
Maschio
Scusa se usi l'esposimetro in spot puntato sui cigni non c'è bisogno che sotto esponi tu lo fa ma macchina in automatico.

In realtà così facendo sottoespone lo sfondo ed espone "correttamente" il soggetto se è stato inquadrato correttamente.
per garantire una sottoesposizione anche del soggetto bisogna comunque impostare sulla fotocamera una correzione
in negativo della esposizione, altrimenti la macchina tende a compensare. Se si lavora per esempio a priorità di diaframma
leggi "AUTO" la macchina compenserà con i tempi
 

Olden

PRO
Registrato
6 Aprile 2015
Messaggi
2.620
Corpo macchina
Nikon Z 8
Sesso
Maschio
Io penso che la misurazione spot sia rischiosa perchè ricopre un'area veramente piccola
e per delle riprese fatte al volo (e non), il rischio di misurare la luce in un punto che non
è quello più chiaro, o addirittura risulta più in ombra è alto. Lo dico dopo varie prove
fatte con questo tipo di misurazione.

La misurazione ponderata centrale invece, occupando un'area più estesa, offre più possibilità di includere le parti più illuminate
del nostro soggetto, sempre che sia inquadrato ragionevolmente verso il centro...
 
Registrato
17 Agosto 2019
Messaggi
904
Corpo macchina
Canon R6
Sesso
Maschio
Io penso che la misurazione spot sia rischiosa perchè ricopre un'area veramente piccola
e per delle riprese fatte al volo (e non), il rischio di misurare la luce in un punto che non
è quello più chiaro, o addirittura risulta più in ombra è alto. Lo dico dopo varie prove
fatte con questo tipo di misurazione.

La misurazione ponderata centrale invece, occupando un'area più estesa, offre più possibilità di includere le parti più illuminate
del nostro soggetto, sempre che sia inquadrato ragionevolmente verso il centro...
Ehhh Attilio, a me verrebbe difficile effettuare questo tipo di misurazione perché uso spesso il traking sull’occhio e non é quasi mai al centro. Rischierei di sballare davvero l’esposizione se adottassi questa impostazione.

Questo é uno scatto che ho effettuato oggi col sole sopra la mia testa sottoesponendo di uno stop in fase di scatto (forse dovevo scendere ancora) convertito in jpg senza post-produzione. Tracking su occhio.
 

Olden

PRO
Registrato
6 Aprile 2015
Messaggi
2.620
Corpo macchina
Nikon Z 8
Sesso
Maschio
Ehhh Attilio, a me verrebbe difficile effettuare questo tipo di misurazione perché uso spesso il traking sull’occhio e non é quasi mai al centro. Rischierei di sballare davvero l’esposizione se adottassi questa impostazione.

Questo é uno scatto che ho effettuato oggi col sole sopra la mia testa sottoesponendo di uno stop in fase di scatto (forse dovevo scendere ancora) convertito in jpg senza post-produzione. Tracking su occhio.

Visto così si poteva sottoesporre di un altro stop senza problemi, con un soggetto tutto sommato così lento
nel movimento potresti provare a scattare a diverse esposizioni: una a 0 una a -1EV e una a -2EV
poi in post vedi i risultati. Una volta prese le misure uno sa dov'è il limite...
 
Alto